giovedì 27 maggio 2010

Separati in casa: la Lega Nord di Lecco contro la Ministra al Turismo

Da notare anche i "saluti padani" e la dotta citazione di Mario Rigoni Stern, che si starà rivoltando nella tomba...

La Lega Nord prende posizione sulle recenti affermazioni del Ministro al Turismo Brambilla che si è dichiarata contraria alla caccia. Troppo spesso siamo costretti a registrare interventi fuori tempo e fuori luogo sulla caccia, che hanno origine nei bassi interessi di bottega “elettorale”, i quali dimostrano con chiarezza quanto manchi, da parte di chi li esprime, un’autentica conoscenza del significato più importante e vero dell’andare a caccia. Il cacciatore è un uomo profondamente innamorato del proprio territorio, legato alla sua tradizione culturale e alla sua identità, che lotta tenacemente per salvaguardarlo dalla cementificazione e dallo sfruttamento sconsiderato, secondo una logica per la quale, com’è evidente che sia, se non vi è territorio, non può senz’altro esserci selvaggina e nemmeno la pratica venatoria. Riteniamo che ben altri siano i responsabili del costante tentativo di distruzione del nostro territorio, per scopi meramente utilitaristici e speculativi, con la conseguente messa a rischio di molte specie selvatiche e dell’habitat naturale in cui essi vivono e si riproducono. Con grande equilibrio, ma non senza fermezza, la Lega Nord per l’indipendenza della Padania stigmatizza le personali prese di posizione del Ministro Brambilla, rivendicando, anche sotto il profilo culturale, la tutela dell’arte venatoria nel pieno rispetto di leggi già oggi oltremodo restrittive ed in parte da rivedere, con particolare attenzione al mantenimento di tutte le biodiversità atte a mantenere l’ecosistema. Invitiamo la responsabile del Dicastero per il Turismo al rispetto e alla riscoperta della propria identità locale e le suggeriamo una lettura del grande letterato, poeta e cacciatore veneto Mario Rigoni Stern intitolata “Il bosco degli Urogalli” nella quale, se lo vorrà, potrà rinvenire, fra i racconti di caccia, i silenzi del bosco, i villaggi chiusi nell'inverno col fuoco acceso nelle cucine e la limpida solitudine delle albe per i sentieri di montagna delle nostre splendide Alpi.
Cordiali saluti padani.

Ferdinando Ceresa
Presidente Commissione provinciale caccia e pesca
Giovanni Pasquini
Componente Commissione Provinciale caccia e pesca

Nessun commento:

Posta un commento