UN INCONTRO CON LA STORIA

La serata del 12 ottobre apre simbolicamente  il percorso  che il circolo PD di Merate sta attuando per rinnovarsi al suo interno e presentarsi alla cittadinanza.
Desideriamo che le porte del nostro circolo siano aperte a tutti coloro che condividono la nostra passione politica.
Attraverso  l’ iniziativa chiamata  “Parliamo di noi”  cioè l’apertura del circolo il martedì mattina  e l’altra proposta chiamata  Una serata di confronto”  cioè l’apertura del circolo il giovedì sera , ci auspichiamo di costruire un messaggio politico-sociale-culturale per la città di Merate
Ringrazio il PD federazione di Lecco ,che ha promosso la realizzazione di questa serata  e in particolare Fausto Crimella che ci ha dato questa opportunità.
Si ringrazia l’Onorevole  Gian Mario Fragomeli,  deputato PD riferimento del nostro territorio che ha il compito di introdurre la relazione 
Infine un grazie particolare all’Onorevole Gero Grassi , vicepresidente gruppo PD Camera dei Deputati e profondo conoscitore dell’opera e della figura di Aldo Moro, come componente della Commissione d'inchiesta sull'eccidio di via Fani, sul rapimento e la morte di Aldo Moro.
Questa serata , quando me la propose Fausto, mi ha fatto rivivere il dramma del 9 maggio del 1978 Avevo già un figlio di 4 anni e pensavo che cosa sarebbe potuto accadere alla mia famiglia, per quello che sarebbe potuto succedere in Italia.
Sono passati quasi quarant’anni dalla morte di Aldo Moro e ancora oggi  la sua figura politica e le tante ombre sulla sua fine prematura, sono al centro dell’interesse degli storici che cercano di dare risposte ad uno dei periodi più oscuri del secolo  scorso.
La storiografia ha intrapreso lo studio sistematico sulla vicenda umana e politica dello statista, anche in relazione al rapporto di stima e rispetto reciproco nei confronti di  Enrico Berlinguer,  con il quale si andava delineando il famoso “compromesso storico” tra due partiti contrapposti come DC e PCI.
A distanza di tanti anni si sta tentando di fare i conti con una personalità politica ricca, complessa, intellettualmente sofisticata e, per molti versi, atipica rispetto ad  altri leader politici  democristiani del suo tempo.
Per il nostro circolo la serata del 12 ottobre è stata  molto intensa  e senz’altro la ripeteremo perché quanto è stato esposto dall’On. Gero Grassi, è la storia di una morte di una statista che ha cercato di anticipare i tempi e dove “forze oscure” hanno cercato di capovolgere la democrazia di una intera Nazione.
L'altra sera , dopo l’esposizione  di quello che accadde  , è mancato solo il momento della riflessione e approfondimento attraverso un dibattito tra i presenti. Dibattito tra le nuove generazione e quelli che hanno vissuto quei momenti di storia di trentasette anni fa. Ma purtroppo è mancato il tempo.
Un incontro con la storia , una conoscenza a fronte di documenti la cui ricerca è stata fatta con dovizia , con imparzialità dei fatti e con verifiche incrociate per addivenire ad una verità anche se in alcuni casi non si sono potuti avere documenti originali ma in fotocopia .
Ma al di là di questo i contenuti non cambiano , i documenti sono sempre stati oggetto di più di due testimonianze in modo da arrivare ad una verità inconfutabile .
L’esposizione dell’onorevole Grassi ci ha fatto vivere 75 minuti intensi  e alla fine il pubblico non ha potuto che applaudire per ringraziare la chiarezza offerta .
Grazie ancora.
Enrico Mazzucchelli
gli onorevoli Grassi e Fragomeli

scorcio dei presenti alla serata   
 

Commenti

Post popolari in questo blog

Un po' di chiarezza sull'eccidio di Valaperta

Assemblea Circolo PD Merate - 16 Settembre 2017