venerdì 6 marzo 2015

L’Italia e il terrorismo in casa: che fare?

 
Negli ultimi mesi la questione del jihadismo globale e le sue dinamiche sul nostro territorio sono tornate al centro dell’attenzione nazionale con un’intensità paragonabile ai mesi successivi all’11 settembre. L’avanzata dello Stato Islamico e la presenza di foreign fighters e simpatizzanti del jihad creano nuove minacce e impongono il ricorso a misure più efficaci per contrastarle. L’Italia non è impreparata e possiede conoscenze tecniche, personale e strumenti legislativi adeguati. Ma è chiaro che occorre fare di più.
Sei tra i più noti esperti italiani in materia hanno analizzato le criticità del sistema antiterrorismo italiano, dagli aspetti operativi alla necessità d’introdurre politiche di de–radicalizzazione, fornendo spunti per un dibattito che ci accompagnerà negli anni a venire.
Il presente volume, curato da Lorenzo Vidino, ISPI Visiting Fellow, si propone come inizio di un dialogo costruttivo in questo ambito e sarà ufficialmente presentato oggi a Roma presso il Senato della Repubblica alla presenza del ministro Angelino Alfano
.
   
           copertina
       


 

Nessun commento:

Posta un commento