LEGGE CIRINNA': PER NON PERDERE IL CONTATTO CON LA REALTA'

L'Italia, approvando il ddL Cirinnà, fa un passo avanti estendendo i diritti civili di cui godono le famiglie tradizionali anche alle nuove "FORMAZIONI SOCIALI".
Si chiameranno così le unioni che si formalizzeranno di fronte all'ufficiale di stato civile e alla presenza di due testimoni. Si assumeranno gli stessi doveri, si acquisiranno gli stessi diritti, si avrà reciproco obbligo all'assistenza morale e materiale, si accorderà una comune vita familiare, si condivideranno residenza e cognome. Finalmente la politica si muove nella giusta direzione.
La società è in velocissimo ed incontrovertibile movimento e sono innegabili le difficoltà per stare sempre al passo e vivere al meglio le trasformazioni.
Come donna, moglie e mamma mi sforzo di fare le scelte giuste nella vita di tutti i giorni spesso senza poter far affidamento sulle esperienze passate perché in passato molte cose non esistevano.
Mi aspetto dunque scelte coraggiose dalla politica, magari imperfette ma comunque fatte per aiutarci ad affrontare meglio la vita, a traghettarci verso il futuro guardando alle sensibilità e ai bisogni di tutti.

          Laura Cattaneo 
dalla newsletter circondario Oggionese

Commenti

Post popolari in questo blog

Gino del Boca nuovo segretario!

Il Nuovo Direttivo si presenta