Post

Visualizzazione dei post da febbraio 8, 2015

#WeLoveBiblio

Lunedi 09 febbraio 2015
Sono le ore 14,30 di lunedì e mi trovo davanti alla biblioteca di Merate in mezzo ad una grande quantità di ragazzi dall’età che va dai diciotto a ventitré anni. Mi guardano con sospetto. Ecco che arriva Gino del Boca e ci salutiamo con rispetto e simpatia reciproca. L’atmosfera che poteva essersi formata sulla mia persona – in là con gli anni- svanisce. Mi domando ma perché oggi sono qui? Forse per nostalgia di quando entrai la prima volta nell’atrio dell’Università di Pavia ? oppure per ricercare antichi valori, dove lottavo per qualcosa in cui credevo? Ebbene dopo questa breve riflessione, ho la risposta: sono qui per WeLoveBiblio promosso dai Giovani Democratici del Meratese. L’iniziativa denominata “WeLoveBiblio”, non è altro che una manifesta volontà dei nostri ragazzi per avere una Grande biblioteca di sapere. Mi viene in mente quello che ha scritto la scrittrice americana Anne Herbert: “Le biblioteche ti aiuteranno a superare i tempi duri senza denaro meglio di …

Atlante politico: effetto Quirinale anche sul premier

Immagine
Il nuovo presidente della Repubblica parte da dove aveva cominciato Napolitano nel 2006. La sua elezione sembra giovare a Renzi, la cui popolarità risale di tre punti, toccando il 49 %. In crescita Vendola e Sel, ma anche i partiti di centro: oltre il 5 per cento. 5Stelle stabili. Sì a Mattarella da 6 italiani su 10 e anche il governo recupera Il Pd torna a salire, Fi e Lega giù.



POCHI giorni dopo l'elezione del nuovo Presidente della Repubblica, il clima d'opinione verso le istituzioni e il sistema politico, fra gli italiani, è cambiato. In particolare, è migliorata l'immagine del governo e del suo premier. Inoltre, si è rafforzato il PD. Ma, soprattutto, è risalita in modo repentino la popolarità del Presidente. Il sondaggio appena concluso da Demos per l'Atlante Politico rileva, infatti, come il 59% degli italiani (intervistati) esprima (molta o moltissima) fiducia nei confronti di Sergio Mattarella. Si tratta, dunque, di 15 punti in più rispetto a Giorgio Napolitano…