EXPO, LE PROPOSTE DEL PD PER UNA LOMBARDIA PIÙ MODERNA E ACCOGLIENTE

Dal wi-fi sui treni agli spettacoli teatrali sottotitolati in inglese, dalla segnaletica agli impianti sportivi aperti ai turisti


Mancano otto mesi all'inaugurazione di Expo e, mentre la Giunta Maroni se la prende con il governo nazionale per il no all'idea di Sgarbi di portare a Milano i Bronzi di Riace, il Pd si occupa di una serie di proposte di interventi al fine di rendere la Lombardia, in vista dell'evento, una Regione più moderna e accogliente.
Il capogruppo Enrico Brambilla, assieme ai consiglieri Fabio Pizzul e Luca Gaffuri, ha presentato infatti in piena estate dieci proposte che potrebbero adottarsi per accorciare le distanze fra Milano e le moderne capitali europee, come dotare i treni regionali di Trenord di collegamento wi-fi e attrezzare aree di sosta e di parcheggio per camper nelle vicinanze delle principali mete turistiche lombarde che ancora ne sono sprovviste. Poiché, come ha spiegato Gaffuri "la Lombardia, nella classifica della ricettività e della qualità dei servizi per il turismo en plain air è nella parte bassa della classifica". 
Le idee avanzate dal Pd pensano anche alla cultura, in particolare il consigliere Pizzul ha richiesto il mantenimento all'interno del Padiglione Italia del mercato al buio, di valorizzare il patrimonio artistico non esposto di Brera e di organizzare mostre su tutto il territorio. Un altro suggerimento è quello di puntare sull'aggiornamento tecnologico per le sale cinematografiche e teatrali affinché sia presente la sottotitolazione in inglese. In ultimo il Pd ha chiesto alla Regione di indire un bando per i giovani artisti. 
Le idee non sono mancate neppure sul fronte dello sport, dove si sono lanciate le proposte di disporre finanziamenti ad hoc per le società sportive, favorendo l'organizzazione di eventi in città e di tradurre in inglese la segnaletica degli impianti perché siano fruibili anche ai turisti. 
Il capogruppo Enrico Brambilla ha chiesto inoltre che si tenga una seduta straordinaria del Consiglio regionale proprio su Expo: "Basta fare polemiche, Expo è alle porte e occorre fare tutto il possibile per la migliore riuscita - ha detto -. Ci attendiamo
inoltre, visto il tema di Expo, che la legge sulla difesa del suolo sia operativa prima dell'inizio della manifestazione. Certamente su questo tema si misurerà la credibilità della giunta Maroni e della sua maggioranza".

Expo 2015: per una Lombardia più accogliente

l'infografica

Commenti

Post popolari in questo blog

Gino del Boca nuovo segretario!

Il Nuovo Direttivo si presenta