Una lettera di Silvia sulla piscina.

Cari Meratesi, 
l’ormai consueta lettera domenicale dalle pagine del blog di Sei Merate mi consente di fare il punto su alcuni temi emersi in queste settimane di campagna elettorale.
Così oggi ho scelto di parlarvi di piscina, soprattuto dopo aver visto lo speciale che Report, il programma di Milena Gabanelli, ha dedicato all’ argomento nella puntata di lunedì scorso. Il link per rivedere la parte più interessante lo trovate qui .
Vi devo confessare che un brivido l’ho provato quando ho visto gli scheletri abbandonati di tre megaprogetti di piscine nel raggio di dieci chilometri in Veneto. E soprattutto quando ho sentito le parole di Marco Tornatore, presidente di Acquanetwork, l’associazione che raggruppa operatori del”mondo piscina”: aziende produttrici, società di gestione, consulenti progettisti, associazioni ed enti. E fra gli aderenti ad Acquanetwork, tra le tante società esercenti piscine in Italia, figura anche la GestiSport che gestisce la piscina di Merate: quindi la fonte è del tutto credibile, per i diretti proponenti in primis!
Tornatore nell’ intervista si esprime così : “ Consideriamo che 3 milioni dovrebbe essere la cifra massima da spendere per un impianto pubblico… Oggi si arriva in maniera disinvolta a 8-10 milioni… Non si rientra di un investimento del genere… E il Comune garantisce con fideiussione”.
Ora, come dicevo anche nell’intervista rilasciata alla Provincia la scorsa settimana, l’ampliamento e la messa a norma dell’ impianto comunale sono una questione importante e urgente, ma sicuramente il modo migliore per affrontarlo non è quello previsto dall’attuale maggioranza.
Per esempio, spendere 1,8 milioni per la costruzione di un’area fitness-wellness con tanto di “docce emozionali” non mi pare rientri fra le esigenze primarie di una struttura pubblica.
Quanto all’utenza, sicuramente molto alta e con squadre di buon livello agonistico, va tenuto conto che non si tratta soltanto di cittadini meratesi e l’ampliamento andrebbe quindi valutato seguendo un’ ottica territoriale più ampia.
Dal momento che non pretendiamo di avere la dote dell’onniscienza, nel caso doveste affidarci il compito di amministrare Merate per i prossimi cinque anni il nostro primo passo potrebbe essere quello di valutare il progetto insieme ad esperti, che potrebbero anche essere proprio quelli dell’associazione Acquanetwork. Di cui fra l’altro fa parte, come dicevo, anche GestiSport, l’attuale gestore dell’impianto di Merate, che invitiamo fin da ora a partecipare all’incontro e anzi, se vorrà, addirittura a promuoverlo in un’ottica di collaborazione alla ricerca di una soluzione che possa andare bene a tutti, soprattutto ai cittadini.
Comunque avremo modo di parlarne più diffusamente durante gli incontri della prossima settimana: il primo domani sera al liceo Agnesi, il secondo venerdì all’Auditorium del Municipio..
Grazie ai promotori dei due incontri, a tutti coloro che vorranno partecipare e a voi che state dimostrando tanto interesse per il progetto di Sei Merate. Perché Merate sei tu.
Buona domenica, e buona festa della mamma.

Silvia Villa
candidata Sindaco
Lista Civica Sei Merate


Commenti

Post popolari in questo blog

Un po' di chiarezza sull'eccidio di Valaperta

Assemblea Circolo PD Merate - 16 Settembre 2017