Post

Visualizzazione dei post da settembre 29, 2013

COMUNICATO STAMPA FRAGOMELI E TENTORI (PD): SI ALLA FIDUCIA PER NON LASCIARE IL PAESE ALLO SBANDO

Roma, 2 ottobre 2013
A seguire il commento dei due parlamentari lecchesi del Partito Democratico, Gian Mario Fragomeli e Veronica Tentori, in merito alla giornata odierna:
«Quello di oggi è stato un passaggio cruciale per il nostro Paese: a questo proposito vogliamo ribadire con convinzione l’importanza - per chi come noi vuole realmente essere un “parlamentare del territorio” - di saper rendere conto ai cittadini, con la massima trasparenza, del proprio operato e delle motivazioni alla base delle proprie scelte. In questa ottica, domani sera alle 21, presso la sede del PD in via Parini a Lecco, terremo perciò un'assemblea aperta, alla quale invitiamo a portare il loro contributo iscritti e simpatizzanti del PD.»
«Nel merito del voto odierno, inoltre, evidenziamo la ferma volontà di assumerci - in piena coscienza - la decisione di non lasciare il Paese allo sbando e senza la minima prospettiva di Governo in questo che è, per la nostra Provincia e per l’Italia intera, un momento di est…

Incontro PDLAB a Barzago

Segnaliamo l'incontro di "PDLAB - lavori in circolo" presso la sede del circolo PD di Barzago, in piazza Garibaldi (piazzetta vicino alla chiesa, appartamento al primo piano),  mercoledì 2 ottobre, ore 21.00.
Per informazioni su PDLAB, si consiglia di visitare il blog: http://pdlab2013.blogspot.it/
Buona giornata

PD Merate

Un governo senza Berlusconi

Silvio Berlusconi ha aperto la crisi contro l’Italia. Non si tratta soltanto di una crisi di governo. Siamo pericolosamente vicini a un collasso delle istituzioni democratiche, mentre nella società si diffonde un impasto di sfiducia, paura, perdita di competitività e di diritti. Questa crisi segnerà uno spartiacque: dalla seconda Repubblica purtroppo non si può uscire con una, pur limitata, condivisione. Il governo Letta, benché privo di un accordo politico, è stato l’ultimo tentativo di gettare insieme un ponte verso un nuovo sistema, di porre le precondizioni di cambiamenti necessari.
Ma con Berlusconi è impossibile costruire. Non ha il minimo senso di responsabilità nazionale. Non gli interessa che a pagare i suoi ricatti siano i cittadini più deboli, le imprese che cercano di resistere alla crisi, le famiglie già colpite dalla perdita del lavoro e dai tagli al welfare. Così come, con cinismo, ha imposto che l’esenzione dall’Imu del 10% più ricco del Paese fosse a carico dei cassinte…

Due caimani e due bande di camerieri

Il Caimano. Debbo dire che Moretti aveva capito prima e meglio di tutti chi fosse il personaggio Silvio Berlusconi. E lo capì altrettanto bene Roberto Benigni scrivendo su di lui una ballata citata ieri sul nostro giornale da Gianluigi Pellegrino: "Io compro tutto dall'A alla Z / ma quanto costa questo c... di pianeta. / Lo compro io. Lo voglio adesso. / Poi compro Dio, sarebbe a dir compro me stesso". Quanto a me, poiché siamo in tema di ricordi, in un articolo del 1992 scrissi e titolai: "Mackie Messer ha il coltello ma vedere non lo fa". E poi D'Avanzo e la "dismisura" del Capo e proprietario di Forza Italia denunciata da Ezio Mauro come una sorta di lebbra che infetta e uccide la nostra democrazia.  Per dire chi è il Caimano la vena satirica e il giornalismo vedono talvolta più lontano della politica. La magistratura che ha il potere di controllo sulla legalità, è più lenta ma poi, quando arriva all'accertamento della verità, le sue sentenze…