Treni, il PD in tour nelle 415 stazioni ferroviarie lombarde

Indagine sulle disfunzioni e delle criticità e presidi contro i tagli del governo e gli aumenti delle tariffe

Un tour delle stazioni, una campagna di un mese per visitare ognuna delle 415 stazioni ferroviarie della Lombardia e per fare il punto sui disagi a cui sono costretti i pendolari. Non solo, anche per dire no ai tagli della Regione al trasporto pubblico locale e ad aumenti che si annunciano pesantissimi delle tariffe e che non serviranno a portare maggiore qualità.
“È tutto il sistema del trasporto pubblico locale ad essere in crisi per i tagli del Governo spiega il capogruppo del PD Luca Gaffuri - in una Regione che è al quindicesimo posto in Italia per trasferimenti dallo Stato. Andremo in ogni stazione lombarda, da quelle maggiori alle più periferiche. Compileremo un questionario per ognuna di esse e avremo così uno strumento in più per valutare una situazione che chiede investimenti consistenti e invece si trova di fronte a tagli indiscriminati”. “I tagli di 300 milioni di euro paventati dal Governo sono insostenibili – continua il consigliere regionale Stefano Tosi - e la Regione non può accettarli, ma non basta: il trasporto pubblico locale deve diventare una priorità su cui investire più risorse, anche perché un aumento dal 15 al 35% di biglietti e abbonamenti sarebbe inaccettabile. Oltretutto i pendolari della Lombardia rischiano di vedere aumentare il costo di biglietti e abbonamenti e contemporaneamente di trovare stazioni e treni in condizioni peggiori. Questo, in una regione in cui i cittadini già contribuiscono al servizio di trasporto ferroviario per quasi il 40% attraverso biglietti e abbonamenti, più o meno come avviene in Francia e in Germania” spiega il consigliere regionale del PD Stefano Tosi”.
Ed è la qualità delle stazioni a cui il PD rivolgerà l’attenzione, passandole ai raggi x e raccogliendo tutti i dati in un questionario valutativo, per arrivare entro dicembre a dare ad ognuna un voto. Le risultanze, con testimonianze raccolte sul campo, in stazione e sui treni, saranno pubblicate sulla pagina facebook del gruppo (www.facebook.com/pdregionelombardia) e sul sito (www.pdregionelombardia.it), dove saranno raccolti anche i materiali inviati da cittadini. “Il gruppo del PD sta facendo il giro delle 415 stazioni della Lombardia – spiega il consigliere regionale Agostino Alloni - L’intento è quello di far emergere le criticità, le situazioni di disagio e di abbandono con cui si trovano a fare i conti i circa 750mila utenti che quotidianamente transitano nelle stazioni ferroviarie. Dai dati ufficiali – continua Alloni – sappiamo che solo una ventina sono considerate adeguate e dignitose. Per tutte le altre il PD propone che la Regione attraverso un bando, anziché finanziare una manutenzione a cui l’azienda ferroviaria non riesce a star dietro, favorisca la messa a disposizione parti delle sale d’aspetto o altri locali alle associazioni del territorio e ai comuni perché le possano utilizzare, riqualificare e far rivivere".
Per approfondire la situazione del trasporto pubblico in lombardia e i tagli previsti scarica il documento preparato dal PD regionale clicca qui ...>>

Pd Regione

Commenti

Post popolari in questo blog

Un po' di chiarezza sull'eccidio di Valaperta

Assemblea Circolo PD Merate - 16 Settembre 2017