Un Paese è lo specchio di chi lo compone

Lo sapete quale è stato il servizio più lungo sui telegiornali di oggi? La storica vittoria di Francesca Schiavone al Roland Garros? Magari... La Finanziaria? Macchè... Il blocco della nave di pacifisti diretti in Palestina) Acqua, acqua. La crisi ungherese? Il bambino annegato nel lago di Garda tra l'indifferenza generale anche da parte di chi ha cercato di salvarlo e poi ha continuato a godersi il pomeriggio estivo? No no, non ci siamo. Cronometro alla mano è stata la partita di calcio tra le fantomatiche nazionali della Padania del delfino/trota Renzo Bossi e del Regno delle Due Sicilie all'altrettanto fantomatico Mondiale degli Stati inesistenti... Povera Italia. Poveri italiani. Oppure no, perchè forse ci meritiamo tutto questo e in fondo un Paese nelle sue varie forme è lo specchio di chi lo compone.

Big

Commenti

Post popolari in questo blog

Un po' di chiarezza sull'eccidio di Valaperta

Assemblea Circolo PD Merate - 16 Settembre 2017