L'acqua è un bene pubblico: costruiamo insieme un patto

Gli atti ufficiali del convegno svoltosi a Oggono con il Consigliere regionale Carlo Spreafico, il Sindaco di Osnago Paolo Strina e il Vicepresidente di Lario Reti Holding Giuseppe Conti

Desideriamo porre all’attenzione dell’opinione pubblica della Provincia di Lecco il tema dell'acqua e della gestione del servizio idrico integrato. Come certamente è noto, il governo ha imposto con l'ennesimo voto di fiducia l'approvazione del decreto Ronchi e con esso di fatto la privatizzazione forzata della gestione del servizio idrico. Un esito che consideriamo non accettabile e contro il quale già i nostri gruppi parlamentari hanno condotto una ferma opposizione. La difesa dell'acqua pubblica è un atto dovuto ed è anche al centro di due diverse iniziative referendarie, una promossa dal forum acqua pubblica, l'altra dall'Italia dei Valori. Siamo vicini a quanti decidono di combattere contro la privatizzazione forzata dell'acqua e della sua gestione attraverso lo strumento del referendum ma pensiamo che il referendum non sia lo strumento migliore. Innanzitutto perché ha purtroppo perso efficacia negli anni: gli ultimi 24 referendum su 24 negli ultimi 15 anni sono stati persi perché non é stato raggiunto il quorum. Inoltre il referendum, per sua natura, abroga parti di leggi e quindi non è in grado di ridefinire un quadro articolato di norme coerenti come invece richiede un bene così importante come è l'acqua e un servizio così complesso come è il servizio idrico integrato.
Per questo il PD a livello Regionale e Nazionale si sta impegnando per realizzare un patto per l'acqua pubblica, partecipato, finalizzato alla scrittura di un disegno di legge complessivo sull'acqua pubblica e sul servizio idrico integrato. Anche noi come PD Provinciale di Lecco intendiamo partecipare a questo processo. In particolare vogliamo:
  • costruire occasioni di confronto e di partecipazione sul tema;
  • analizzare e verificare l’esperienza e la realtà lecchese;
  • elaborare delle linee guida, insieme ai cittadini, ai nostri amministratori locali e al partito, sull'acqua pubblica e sul servizio idrico integrato.
L’acqua è un bene sociale, è l’elemento base per la sopravvivenza umana e di ogni essere vivente. “L’acqua è: qualche volta troppa, spesso poca, e molto spesso inquinata”. Ad amministratori, tecnici e cittadini compete:
  • pianificare e tutelare il territorio, distribuire e garantire il servizio, rispettare il ciclo integrato dell’acqua.
Lo faremo attivando le nostre risorse interne, dando avvio a un dibattito allargato sul tema dell’ambiente che sappia
porre, come primo punto all’ordine del giorno, il tema dell’acqua.
Per leggere il resoconto completo e gli atti ufficiali del convegno che si è svolto martedì 25 maggio a Oggiono clicca qui
...>> (clicca sul testo evidenziato per vedere la locandina della serata e sulle freccette per accedere incece alla relazione completa).

Chiara Pagano e Raffaele Straniero
Responsabili del Forum Ambiente e Territorio

Commenti

Post popolari in questo blog

Serata Mandic - Martedì 12 Dicembre ore 21.00

Gino del Boca nuovo segretario!

Matteo Renzi a Merate!